Ultimo weekend per "Anni animati"

La mostra su fumetto e animazione made in MO chiude domenica 28 giugno ma continuerà ad essere visibile sui canali web attraverso un video

Il lockdown dei mesi scorsi ha stimolato l'idea di rendere virtuale la mostra Anni molto animati Carosello, SuperGulp!, Comix  attraverso un video che ne illustri in maniera approfondita e accattivante le diverse parti. Non un semplice spot da diffondere sui social e li esaurirsi, ma un vero e proprio percorso dinamico per immagini che consenta alla mostra di vivere negli anni. A condurla sarà il curatore Stefano Bulgarelli, che per l'occasione arricchirà le informazioni storiche con aneddoti curiosi visto che la mostra é cresciuta col coinvolgimento diretto di autori, eredi e collezionisti, a cui non é mancata la condivisione di ricordi piacevoli e originali sulla storia cinquantennale del fumetto e dell'animazione modenese. Il video realizzato troverà la sua fruizione permanente nel sito internet del museo e su YouTube, mentre nella pagina Facebook dei Musei Civici sarà suddiviso in una decina di post, corrispondenti alle varie sezioni del percorso espositivo.

I video si aggiungono al breve filmato diffuso nei giorni scorsi che racconta al pubblico più giovane come veniva realizzato un cartone animato all'epoca delle mitiche case di produzione modenesi che hanno fatto la storia del carosello e dei film d'animazione. Il filmato si conclude con un tutorial che insegna a costruire da casa un flip book, breve sequenza di immagini che, se collegate assieme, riescono a creare la magia del movimento.

 

L’esposizione si è arricchita di recente di un nuovo pezzo, per espresso desiderio di Guido De Maria, uno dei protagonisti della mostra. Si tratta della sua personale Cinepresa 35mm Arriflex con zoom Angenieux 25-250. Collocata nella prima sezione, in cui si dà conto delle attrezzature tecniche impiegate per la creazione e la ripresa di spot animati e dal vivo. Con quella cinepresa De Maria ha girato centinaia di caroselli e spot pubblicitari, molti ancora nella memoria di tutti. Si va dai caroselli per la Cera Grey con Franco Franchi e Ciccio Ingrassia, a quelli dei detersivi e prodotti di pulizia con gli intramontabili tormentoni “Baleno e lavoro meno” e “ i piatti ti ti, i piatti ti ti, con Nelsen piatti li vuol lavare lui” (un ritmo, quello del “ti - ti” che richiama quello della sigla di supergulp coi “i fumetti-ti” in tv: l’autore del jingle è infatti lo stesso Franco Godi).

 

I Musei Civici sono aperti venerdì, sabato e domenica dalle 19 alle 23 e, oltre alla mostra "Anni molto animati", si potrà visitare la piccola esposizione "Storie d'Egitto. La riscoperta della raccolta egiziana", prorogata fino al 18 ottobre, e la Gipsoteca "Giuseppe Graziosi" situata a pianoterra di Palazzo dei Musei.

 

INDICAZIONI PER LA VISITA

 

Al termine della mostra, i Musei saranno visitabili per tutto luglio al venerdì, sabato e domenica dalle 19 alle 23 ma saranno chiuse temporaneamente alle visite le sale che ospitano le raccolte etnologiche e le collezioni Campori e Sernicoli, cioè le ultime sale del percorso espositivo. La chiusura temporanea è dovuta agli interventi di restauro, consolidamento e riqualificazione del comparto ex ospedale Estense che si inseriscono nel più ampio progetto “Ducato Estense” del Ministero dei Beni culturali. Al termine di questo stralcio di lavori della durata di alcuni mesi, che interessa in questa fase anche i Musei Civici, tutte le sale espositive saranno nuovamente aperte alla visita.