Domenica 26 marzo ore 17, Gipsoteca "Graziosi", Palazzo dei Musei

Io, Giuseppe Graziosi mi racconto

Domenica 26 marzo alle ore 17 presso il Museo Lapidario dei Musei Civici di Palazzo dei Musei si terrà lo spettacolo ad ingresso gratuito “Io, Giuseppe Graziosi mi racconto”, promosso in collaborazione con l'Associazione Amici dei Musei e dei Monumenti Modenesi.

Il regista e attore Tony Contartese tratteggerà un ritratto dell'artista attraverso le lettere scritte agli amici e ai benefattori. Un viaggio per ripercorrere i luoghi in cui Graziosi scrisse e realizzò alcune opere tra Firenze, Roma e Parigi durante il suoi percorso formativo per conoscere pagine di vita emotiva e creativa.

La performance rappresenterà l'occasione per scoprire ed indagare la personalità bonaria e incline alla comicità dell'artista ma anche per scoprire aspetti meno noti come la bella voce da tenorino con cui intratteneva gli amici colleghi, primo fra tutti, Ardengo Soffici al quale Graziosi fu legato da profonda amicizia per tutta la vita.

Ci sarà inoltre l'opportunità di conoscere le ansie che accompagnarono l'artista prima di affermarsi nel mondo dell'arte, le aspettative maturate nelle discussioni con gli amici fiorentini e coltivate nelle solitarie giornate romane riguardo al rinnovamento delle arti, al fervore culturale e alle aperture spregiudicate nei confronti delle iniziative artistiche che a inizio secolo dominavano la scena a Parigi. Immerso nel furore della caotica vita metropolitana, Graziosi vive pienamente il clima della Bella Epoque, tra gli artisti bohèmienne del Quartiere Latino, i manifesti degli spettacoli dei tabarin disegnati da Toulouse-Lautrec e da Mucha, le satiriche vignette di Forain, imitate anche dall'amico Soffici.

Tony Contartese inizia, fin da giovanissimo, lo studio del teatro e della danza. Nel 1992 si diploma come attore alla Scuola di Teatro Alessandra Galante Garrone di Bologna. Nel1995 fonda a Modena, insieme a Sonia Serafini, l’Associazione Culturale STED, dove forma attori seguendo la metodologia appresa durante la specializzazione all’Alta Scuola dopo il Teatro fondata da Jurij Alschitz, che conosce a Berlino nel 1999. Il 2007 segna l’inizio di una collaborazione artistica con il danzatore e coreografo Walter Matteini di Aterballetto. Dal 2000 collabora con diversi istituti superiori di Modena e provincia come docente di teatro. Negli ultimi tre anni firma rassegne teatrali per il Comune di Formigine e Modena su Shakespeare e Beckett, mettendo in scena Amleto, Macbeth, Romeo e Giulietta, Otello, Giulio Cesare, Riccardo III, Aspettando Godot e Giorni felici. Nell’ambito operistico collabora con la Fondazione Teatro Comunale di Modena, in qualità di assistente alla regia, in Rigoletto (stagione 2014-2015), Nabucco (stagione 2015-2016) e Attila (2016/17).

Lo spettacolo rientra tra gli eventi dedicati alla valorizzazione della Gipsoteca “Giuseppe Graziosi” promosso dai Musei Civici in collaborazione con l'Associazione Amici dei Musei e dei Monumenti Modenesi e comprende, oltre all'apertura della Gipsoteca Graziosi di pianoterra durante i weekend, anche attività per famiglie come la visita animata e il laboratorio di incisione a punta secca Dalla fotografia all'opera d'arte... bambini e genitori incontrano Graziosi in programma sabato 8 aprile ore 16 presso il laboratorio DIDA. Per tutti (bambini dai 7 anni) a ingresso gratuito.

La visita animata non prevede prenotazione, per partecipare al laboratorio di punta secca, invece, telefonare al numero 059/2033121 da lunedì a venerdì dalle 9 alle 13.